Rete degli Studenti Medi del Lazio Rete degli Studenti Medi del Lazio

Sostegno a manifestazione addetti delle pulizie e decoro delle scuole di Frosinone e Latina

Il comunicato:

Domani 21 marzo dalle ore 9 ci sarà una manifestazione nella città di Frosinone da piazzale Kambo degli addetti delle pulizie e decoro delle scuole pubbliche di Frosinone e Latina, che da 8 mesi ormai non ricevono lo stipendio.

La RTI Ma.Ca. – Servizi Generali – Smeraldo, vincitrice dell’appalto dal 1 febbraio 2014, continua a non rispettare gli accordi tra sindacati e associazioni datoriali. Riteniamo inaccettabile la situazione che vivono ogni giorno sulla loro pelle gli addetti, per la maggior parte donne. Percepiscono una media di 500€-600€ al mese e continuano a subire ritardi, decurtazioni o complete mancanze di retribuzione. Sono persone che lavorano per puro spirito di servizio ormai, perché sanno quanto sia importante garantire l’apertura delle scuole per gli studenti.

Il contratto di appalto è stato risolto da Consip oltre 4 mesi fa, ma l’azienda risulta ancora nel pieno delle proprie funzioni. Colpa di inspiegabili ritardi burocratici che stanno rallentando le procedure di scrittura e pubblicazione di un nuovo bando. L’assurdità della situazione è confermata dalla possibilità per un’azienda esclusa per “gravissime inadempienze contrattuali e normative” di continuare a lavorare come se niente fosse. Tutto questo svilisce le manifestazioni, le vertenze, le azioni legali svolte in questi mesi e anni dalle associazioni sindacali grazie alla tenacia degli addetti.

Le dichiarazioni del Coordinatore

“Saremo in piazza insieme ai lavoratori e alle lavoratrici – dichiara Andrea Russo, Coordinatore della Rete degli Studenti Medi del Lazio – perché vogliamo dare tutto il nostro sostegno a questa vertenza. Queste sono persone che vivono in gravi condizioni economiche a causa di un’azienda che dovrebbe essere già rimossa dalla sua posizione. Gli accertamenti sono stati fatti, la committenza si è espressa, adesso bisogna arrivare immediatamente a un nuovo bando e a sanare la situazione in cui si trovano quasi un migliaio di lavoratori e lavoratrici. Gli studenti sono qui, sempre dalla stessa parte.”

Condividi:

More Posts