Rete degli Studenti Medi del Lazio Rete degli Studenti Medi del Lazio

Puerili le lamentele del candidato di Casapound

La nostra base territoriale di Frosinone ha programmato per venerdì 26 maggio un’iniziativa di confronto tra i candidati in vista delle elezioni amministrative dell’11 giugno, escludendo il candidato sindaco di Casapound, perché rappresentante di un’organizzazione in netto contrasto con i valori e i principi della Rete degli Studenti Medi e della Costituzione. Una scelta coerente perché non riteniamo opportuno dare agibilità politica a chi si dichiara apertamente fascista; abbiamo chiesto nel nostro appello a tutti i candidati alle amministrative che si impegnino a fare lo stesso in tutte le città di questa Regione.

Nei giorni successivi, il candidato sindaco Incitti ha dichiarato sulla propria pagina Facebook e sugli organi di stampa che avrebbe chiesto agli altri candidati di non partecipare perché a suo avviso l’iniziativa avrebbe violato la par condicio: facciamo sommessamente notare che un’associazione è libera di scegliere con quali candidati confrontarsi. Quello che più ci preoccupa, e che dà ragione ai ragazzi del territorio, è che Incitti abbia minacciato di prendere la parola con la forza durante l’iniziativa e che diversi militanti e candidati della lista di Casapound abbiano rivolto nei confronti degli studenti della nostra base ripetute offese e minacce, dimostrando di ignorare i più elementari principi democratici.

Il nostro appello ai candidati alle amministrative nel Lazio chiede di trovare tempi e modi per venire incontro alle esigenze degli studenti e dei giovani: aule studio e spazi di aggregazione, biblioteche aperte la domenica, apertura di sportelli per l’occupazione giovanile, welfare studentesco con trasporti gratuiti e maggiori convenzioni per gli studenti, e, non per ultima, fuori i fascisti dalle nostre città!

Condividi:

More Posts